giovane donna manager con colleghi alla lavagna

Leadership è…
Uno stato dell’io.

Essere Leader
è una ricerca personale
legata al sé, a quello che siamo,
alle nostre abilità,
alla nostra congruenza,
all’autocontrollo e
alla nostra chiarezza mentale.

Ogni volta che ci relazioniamo con qualcuno o qualcosa, mettiamo in campo e in azione il nostro modo di essere trasferendo in mille modi diversi la nostra personalità, i nostri pensieri, credenze e convinzioni.
In quei momenti abbiamo la possibilità o di migliorare la nostra vita e quella degli altri o di lasciare tutto come prima e nella peggiore delle ipotesi di peggiorare il tutto!

Assumersi la  responsabilità dei propri pensieri, parole e azioni riuscendo a trasferirli con un linguaggio specifico, positivo, potenziante e anche  empatico, rispettando contemporaneamente gli altri e tutto un sistema maggiore, contraddistingue la persona come un Leader.

Leader è colui e colei che riesce a condurre situazioni e persone su riflessioni diverse, che sa cosa vuole ottenere e che sa valorizzare l’individuo e tutto un sistema affinché tutti quanti  risultino soddisfatti e vincitori!
Il tutto deve avvenire quasi nell’assoluta normalità, come se fosse tutto normale e scontato.

giovane donna al lavoro mentre discute con i colleghi

Avere a cuore l’altrui beneficio,

oltre al proprio,

è essenziale affinché

la relazione che si crea

sia basata

sulla fiducia reciproca.

Quello che si compierà invece non sarà per niente normale e prevedibile, perché si realizzerà un vero miracolo…

Quello del cambiamento!

Si perché riuscire a superare il proprio individualismo, narcisismo ed egocentrismo è la difficoltà maggiore da compiere in quanto è lì che si annida il seme della separazione!
Avere a cuore l’altrui beneficio, oltre al proprio, è essenziale affinché la relazione che si crea sia basata sulla fiducia reciproca.

Per diventare Leader è necessario inoltre avere anche altre abilità.
L’abilità fondamentale, quella da cui si snoda il tutto, è legata al sé, al chi siamo, alle proprie competenze e abilità, alla congruenza, è la capacità di saper gestire il proprio Stato d’animo con autocontrollo e chiarezza mentale.

Sarà successo anche a voi ad esempio di litigare con qualcuno ed essere totalmente annebbiati mentalmente e fuori stato. Vogliamo dire delle cose e ne diciamo altre, non riusciamo a riflettere in modo lucido e tutto nella nostra mente si confonde.
Spesso ci ritroviamo anche a comportarci in modo scorretto, passando magari dalla ragione al torto e non possiamo farci niente.

Siamo in pieno dirottamento emotivo!

Magari invece non stiamo litigando, ma siamo solo emozionati a tal punto che le idee si confondono e perdiamo il filo logico ed ecco fallire la possibilità di superare quell’esame, presentare il nostro progetto o più semplicemente le nostre ragioni.
Rientrare in possesso di uno stato d’animo ottimale è necessario per riuscire a riappropriarsi di quella lucidità che ci permette di valorizzare le proprie idee e opinioni, riuscendo a raggiungere l’obiettivo posto!

Cosa fare dunque in queste situazioni?

Un rimedio veloce ed efficace è intervenire immediatamente sulla Fisiologia cambiando ad esempio la respirazione, e questo può essere ottenuto camminando, saltando o semplicemente facendo dei respiri profondi con la pancia.
Possiamo anche mangiare qualcosa, o meglio ancora bere un bicchiere d’acqua!
Questo era anche il vecchio rimedio delle nonne quando da piccoli ci facevamo del male o prendevamo uno spavento, subito arrivava lei con un bicchiere d’acqua che aveva del miracoloso, visto che smettevamo subito di piangere!

Tutto questo ci può aiutare a capire cosa è giusto fare in certe situazioni per raggiungere, tenere e mantenere uno stato d’animo che supporti il nostro modo di essere, che metta in luce le nostre qualità e che ci mostri come delle persone capaci e autorevoli.

Grazia Sandra Carmignai

giovane donna con capelli lunghi e chiari ed occhi chiusi